Categorie Blog

5 fondamentali principi di una nutrizione veramente ottimale

Autore sander 29/12/2014 1 Commenti Articoli,

Quello che mangiamo influisce sulla nostra vita. Influisce sui livelli della nostra energia giornaliera, e quella più globale, a lungo termine. Influisce sulla nostra voglia di fare, di produrre, di dare, sui nostri pensieri, e anche ovviamente sulla nostra forma fisica.

I 5 fondamenti di una alimentazione sana e davvero ottimale che qui esporremo sono tutti dipendenti uno dall'altro, tutti di uguale importanza, tutti correllati, tutti per l'appunto fondamentali, pertanto non sono indicati per ordine d'importanza.

Il primo fondamento per mangiare sano è seguire una dieta il più possibile a base vegetale. Come le ricerce e gli studi dimostrano, più uno è vegano, quindi meno prodotti di originie animale mangia, più è sano, più a lungo vive, più è vitale, energico, mentalmente performante, e meno malattie degenerative rischia.

Il secondo fondamento per una alimentazione vegana sana è mangiare il cibo integro. Cibo nella sua forma primaria, il più vicino possibile a come esiste in natura. Il che vorrebbe dire frutta così com'è, verdure fresche o cotte al vapore, noci e semi (messi in ammollo, germogliati), cereali e legumi integrali, messi in ammollo, e idealmente germogliati (e cotti al vapore o lessati). La farina integrale dei cereali, come quella di farro, quinoa, amaranto, miglio, grano saraceno, mais, riso, grano è certamente comoda perchè pronta all'uso e aiuta a preparare in casa pietanze che altrimenti non sarebbe possibile, ma idealmente meglio ancora sarebbe poter macinare da sè i chicchi mettendoli prima in ammollo per rilasciare gli inibitori degli enzimi e dei processi di vita e crescita (quelli che si scontrano con i nostri enzimi digestivi), e l'acido fitico (che può peggiorare l'assorbimento di alcuni minerali come magnesio, calcio, zinco). Le farine raffinate ovvero »bianche« sono quelle ricavate dai chicchi dopo avergli tolto la crusca che protegge il chicco dai parassiti, malattie e dalla luce. La crusca inoltre contiene tante sostanze benefiche, come le vitamine del gruppo B, le fibre. Il germe di grano che viene anche tolto, contiene minerali, vitamina E, vitamine del gruppo B, e antiossidanti. L'endosperma (il cuore) contiene amido, zucchero, proteine e altre sostanze. Quando mangiamo il cibo nella forma integra, riceviamo tutto l'equilibrio e il bilancio che la natura intende. Le fibre fanno si che i carboidrati si trasformino in glucosio più lentamente e favore di un rilascio di zuccheri nel sangue più equilibrato.  

 

Il terzo fondamento per una dieta veramente sana è mangiare biologico. Ai tempi di oggi la terra è priva di minerali e altre sostanze che servono per nutrire perfettamente le piante, perchè i contadini moderni nella maggior parte dei casi non trattano la terra nella maniera biodinamica ottimale, simile a quella selvaggia, con la rotazione giusta delle coltivazioni e l'aggiunta di altre piante sinergiche e malerbe nelle vicinanze che si supportano tra loro e servono come repellenti naturali. Oltre a questo, con l'agricoltura di oggi, industrializzata e commercializzata, si trattano le piante e la terra con pesticidi, fungicidi, erbicidi, antibiotici, ormoni artificali e concimi chimici, per poter ricavare la più alta quantità possibile di prodotto, il che vuol dire: lentamente avvelenare di giorno in giorno chi sceglie di mangiare questo cibo e l'ambiente che circonda tutti noi.

L'ideale sarebbe produrre il proprio cibo, ma per la maggior parte di noi ciò non è possibile. Ci sono pur tuttavia molti modi per procurarsi del buon cibo e a più livelli di qualità. Uno dei migliori è sicuramente per mezzo di un agricoltore o amico di fiducia che coltiva autonomamente il cibo, dove lo si può anche veder sul campo, conoscendo anche il suo processo di crescita e trattamento. 

Un altro buon modo di procurarsi cibo sano è quello di procurarsi il cibo nei mercati locali, dai coltivatori vicini, ma bisogna parlare con loro, conoscerli, averne fiducia.

Un altro modo ancora è quello di comprare biologico nei negozi bio specializzati, scegliendo preferibilmente il più fresco possibile. In ultimo si possono scegliere i supermercati che vendono, oltre alla frutta e alla verdura convenzionale, anche quella biologica, di solito precedentemente impachettata. Quest'ultima costa tanto, anche in termini di impatto ambientale visto il confezionamento, e la si dovrebbe prendere solo in casi d'emergenza. Al di sotto di questo livello di qualità è meglio non scendere nel procurarsi il cibo.

Il quarto fondamento è mangiare tanto cibo con alto contenuto di liquidi. Cibo fluido, leggero, che fa scorrere e non ostruisce il flusso d'energia. Tanta frutta e verdura fresche. Tante spremute - succhi di frutta e verdura freschi. Tanta acqua. Anche yogurt vegetali, meglio se fatti in casa. Il cibo a foglia verde e il piu ricco di nutrienti tra tutti i cibi di questo pianeta. 

Il quinto principio di una alimentazione vegana ottimale è mangiare una grande parte della nostra alimentazione nella forma del cibo inalterato, crudo, vivo, mantenedo gli enzimi e tutti i liquidi originali, minerali, fitonutrienti e fibre. Questo ovviamente non vuol dire per forza mangiare esclusivamente in questo modo, ma una buona parte. Naturalmente i legumi, anche se germogliati, non sono consigliati da mangiare crudi, sono difficili da digerire e da assimilare (formano gas), ma germogliati e poi fatti al vapore sono incredibilmente leggeri per la digestione, e sono veramente nutrienti. Stesso discorso vale per i cereali.

La ciliegina sulla torta per una nutrizione perfetta è l'integrazione di altri fattori. Mangiare cibo di stagione, locale, il più fresco possibile che ha trascorso il minor tempo possibile dalla terra alla tavola, per mantenere l'elettricita, la vibrazione, l'energia vitale. Inoltre, usare piante ed erbe medicinali specifiche alla relativa condizione, e cibi super concentrati con tante caratteristiche guaritive, così detti super cibi o superfoods, come le alghe spirulina, chlorella, kelp, complessi di supercibi verdi...

Uno può essere perfettamente sano anche mangiando una dieta meno "hardcore", ma perché non portare le cose ad un livello superiore, se possibile? Perché non provare a vivere, "funzionare" e sentirsi ancora meglio? ;) 

1 Commenti

Christina:
02/01/2015, 12:21:02
Replica

Mi piace questo articolo, sono d'accordo con tutto!

Fai un commento: